giovedì 15 ottobre 2015

La città della lavanda, la città delle fontane: AIX-EN-PROVENCE

Aix-en-Provence, Fontaine des Bagniers.
Prima di quest'estate, se chiudendo gli occhi e pensavo ad Aix-en-Provence, mi immaginavo un'infinità di viola che andava ben oltre l'orizzonte e odore di pulito, di bucato, di quella lavanda che mia mamma mette nei cassetti per profumare la biancheria...
Adesso se chiudendo gli occhi penso ad Aix-en-Provence, mi immagino tutt'altro e se vi va ve lo racconto... 

martedì 29 settembre 2015

La città dei profumi: GRASSE

Grasse, vista dalla terrazza del Mandarina Hotel.

"L'anima degli esseri è racchiusa nel loro odore"
(Profumo - Storia di un assassino 2006)

sabato 19 settembre 2015

EXPO sì, EXPO no, EXPO bum...

Expo 2015: il decumano.
"Expo 2015 sarà una straordinaria occasione di crescita culturale ed economica e soprattutto sarà un luogo virtuale e fisico di incontro e di confronto intorno ad una delle grandi sfide che l'umanità deve affrontare: quella di garantire un'alimentazione sana e sostenibile a tutti gli abitanti del Pianeta Terra."
(Samantha Cristoforetti) 


Expo 2015 grande manifestazione o grande delusione? Io la vedo così...

martedì 11 agosto 2015

600 metri sotto terra: le GROTTE DI BOSSEA

L'ingresso delle Grotte di Bossea.
A mali estremi, estremi rimedi si è soliti dire... e quale rimedio usate voi per combattere il caldo di questa estate? (che devo ammetterlo, io non riesco proprio a odiare).
Beh c'è chi ama farsi un tuffo al mare o in piscina se il primo si trova a km e km di distanza, c'è ama gustarsi (velocemente se no si scioglie) un bel gelatone alla frutta all'ombra di qualche albero, c'è chi si chiude in casa con finestre e persiane serratissime e attacca a manetta il condizionatore e poi c'è chi non rinuncia a visitare il mondo, lontano o vicino che sia, e quale posto migliore di una grotta dove la temperatura è di 9° costanti per 365 giorni l'anno?

venerdì 7 agosto 2015

Il monte dedicato a San Francesco: il SACRO MONTE di ORTA

L'ingresso dell'Ufficio Informazioni del Sacro Monte di Orta.

Piangendo Francesco disse un giorno a Gesù:
"Amo il sole, amo le stelle,
amo Chiara e le sorelle,
amo il cuore degli uomini,
amo tutte le cose belle...
O Signore, mi devi perdonare
perché solo Te io vorrei amare."
Sorridendo il Signore gli rispose così:
"Amo il sole, amo le stelle,
amo Chiara e le sorelle,
amo il cuore degli uomini,
amo tutte le cose belle... 
O Francesco, non devi piangere più,
perché io amo ciò che ami tu."
dal calendario di Frate Indovino del 2001

E per chiudere il cerchio su Orta San Giulio vi parlo di un luogo che si trova sopra a una collina che domina questa piccola cittadina. Qui, come nel cuore del paese e come sull'Isola di San Giulio ho trovato una costante: il silenzio, la tranquillità, la pace. Sto parlando del Sacro Monte di Orta.

venerdì 31 luglio 2015

L'isola del silenzio: l'ISOLA di SAN GIULIO

L'Isola di San Giulio vista da Orta San Giulio.
"Ascolta l'acqua, il vento, i tuoi passi..."
(massima sul silenzio che si trova sull'Isola di San Giulio)

Un piccolo e unico isolotto al centro di un lago. Un'unica via che lo percorre. Un'abbazia che occupa gran parte del suo spazio. 

venerdì 24 luglio 2015

SONO TORNATA!!!

"...E a modo mio
so bene quanta fantasia ci vuole per partire
si ritorna solo andando via..."

(Laura Pausini - Non ho mai smesso)


Eccomi qui!!!

domenica 7 giugno 2015

La silenziosa ORTA SAN GIULIO

Tetti di Orta San Giulio e l'Isola di San Giulio visti da Via Alpini.
"Un delizioso piccolo lago ai piedi del Rosa, un'isola ben situata sull'acque calmissime, civettuola e semplice, (...). Il mondo che il viaggiatore ha conosciuto si ritrova in piccolo modesto e puro: il suo animo ristorato l'invita a rimanere là, perché un poetico e melodioso fascino l'attornia, con tutte le sue armonie e risveglia inconsuete idee...è quello, il lago, ad un tempo un chiostro e la vita..."

(Honoré de Balzac)

Il Lago d'Orta non è tra laghi più famosi d'Italia e non è nemmeno tra i più grandi, però è di sicuro è tra i più affascinanti...

Sembra che Nietzsche abbia incontrato sulle rive di questo lago Lou Andreas Salomè, colei che ispirò la stesura di Così parlò Zarathustra; queste stesse sponde (per essere precisi quelle di Omegna) diedero i natali a Gianni Rodari il 23 ottobre 1920 e che citò in più occasioni, proprio come Honoré de Balzac, Mario Bonfanti, Carlo Emilio Gadda, Mario Soldati, Carlo Porta, Eugenio Montale...

giovedì 21 maggio 2015

Il CIMITERO MONUMENTALE di STAGLIENO

Cimitero Monumentale di Staglieno, Galleria Montino, settore C.
Prima di organizzare l'ultimo viaggio a Parigi ignoravo il fatto che un cimitero potesse essere un luogo turistico con tanto di visite guidate... Fu più che altro la curiosità a portarci al Cimitero del Père-Lachaise e noi abituati al nostro piccolo camposanto di paese entrammo quasi timorosi in punta di piedi e restammo stupiti nel vedere tanti turisti aggirarsi tra le tombe con le cartine. Quando poi iniziai a buttare giù la bozza del post scoprii che uno dei cimiteri monumentali più famosi d'Europa si trovava a Genova, a pochi km da casa mia...; così eccomi qui a raccontarvi il Cimitero Monumentale di Staglieno.

lunedì 11 maggio 2015

Finalmente, di nuovo, ... PARIGI

Parigi vista dalla Tour Eiffel.

Perché non qui? Perché non ora? Quale posto migliore di Parigi per sognare? 
(Ratatouille, 2007)

Anche il famoso topolino di questo film Disney vede Parigi come una città magica. Parigi è moda, è arte, è storia. Parigi è romanticismo, è odore, è un suono che senti per le strade.
A Parigi puoi rimanere a bocca aperta ogni volta che svolti un angolo.

E con questo post voglio chiudere il lungo riassunto del mio ultimo viaggio nella capitale francese che ho pubblicato poco alla volta in questi mesi; nelle righe qui sotto troverete un quadro della situazione e qualche consiglio (spero utile) per organizzare le vostre giornate nella Ville Lumière.... 

sabato 2 maggio 2015

25 aprile 2015: una nuova piazza per non dimenticare.

La targa dedicata al vice brigadiere Marino Ferraro a Roccavignale.

"Forse possiamo cambiarla ma è l'unica che c'è
questa vita di stracci e sorrisi e di mezze parole.
Forse cent'anni o duecento è un attimo che va
fosse di un attimo appena sarebbe come
tutti vestiti di vento a inseguirci nel sole,
tutti aggrappati ad un filo e non sappiamo dove..."

(Giorgio Faletti, Signor Tenente - 1994)

 Questo è un blog dove cerco di raccontare i luoghi che visito. Oggi però non voglio parlarvi di un vero e proprio posto, ma della storia di una piazza inaugurata il 25 aprile 2015 in un paese che conta poco più di 700 abitanti.

domenica 26 aprile 2015

Un pezzo di Toscana nel cuore di Parigi: PALAZZO & GIARDINI del LUSSEMBURGO

Il Palazzo del Lussemburgo visto dai giardini.
"Se non foste mi moglie avrei dato tutti i miei beni per avervi come amante"
(Enrico IV di Francia) 

 Secondo me questa frase è molto romantica, non trovate? Vabbé come sempre è questione di gusti; l'ho scelta per aprire questo post perché Enrico IV rivolse queste parole alla moglie Maria De' Medici, colei che fece costruire il Palazzo del Lussemburgo, l'edificio del quale vi parlerò oggi...

sabato 18 aprile 2015

L'imperdibile PALAIS de CHAILLOT

Il Palais de Cahillot visto dalla Tour Eiffel.
"Tutti gli uomini creano senza saperlo
così come respirano
ma l'artista lo si sente creare
il suo atto coinvolge tutto il suo essere  
la sua amata pena lo fortifica"

Frase di Paul Valery scritta sul Palazzo di Chaillot nell'Ala Est

Ecco che arriva il fine settimana e con lui torno anche io, con un post iniziato qualche tempo fa e che parla ancora di Parigi.

Sulla capitale francese e sul suo monumento più famoso ho sentito dire di tutto: mi piace, non mi piace, niente di che, monumento commerciale, romanticismo sfrenato, nauseante sdolcinatezze e via dicendo...
Ognuno di noi può dire e pensare quello che vuole però non si può andare a Parigi e non vedere la Tour Eiffel.
Salire sulla sua cima è secondo me un'emozione unica: vedere il mondo dall'alto è una delle cose che riesce sempre a emozionarmi, però è anche vero che da sopra o da sotto i suoi oltre 300 metri scattare una bella foto può risultare un'impresa piuttosto difficile. La "terrazzina" a Montmartre, davanti alla Basilica del Sacro Cuore regala già un'ottima visione della torre, però rimane pur sempre molto lontana, coperta dagli alberi dalle case... quindi come si fa? Dove sono state scattate quelle bellissime foto che si vedono dappertutto? Se avete voglia ve lo racconto...

domenica 12 aprile 2015

A piedi nella zona de LES HALLES: ECOUTE, CHIESA di SAINT-EUSTACHE, CENTRE POMPIDOU & MADELEINE

Ecoute.
Eccomi di nuovo qui! Come vi avevo raccontato in questo post qualche tempo fa il mio principale lavoro da un po' di anni è compilare le dichiarazioni dei redditi, quindi è inutile dire che in questo periodo sono davvero piena di lavoro, il che mi rende davvero molto felice, anche se purtroppo ho dovuto lasciare un pochino da parte il mio piccolo angolo di mondo virtuale che negli ultimi mesi mi ha dato un sacco di soddisfazioni... eh vabbè che dire... da luglio sarò di nuovo disponibile al 100%.
Nel frattempo ho rispolverato un vecchio post che avevo iniziato a scrivere ormai un anno fa, così posso finire i miei racconti su Parigi e allo stesso tempo dirvi che continuo ad esserci!

E adesso è ora di chiudere gli occhi e tornare in Francia, in quel caldo pomeriggio di luglio...

giovedì 2 aprile 2015

Liebster Award 2015

Ed ecco che dopo qualche giorno d'assenza dalla blogsfera a causa di un bellissimo fine settimana passato a Siena (ve ne parlerò al più presto!), mi ritrovo a ritirare con una gioia immensa il terzo premio legato al mio blog...
Wow che emozione!

Quindi ringrazio di cuore Alessia di Oltre l'Oceano e Lu di Le Strade di Lu e corro a prendermi il mio Liebster Award 2015!!!

martedì 31 marzo 2015

Shopping e arte: la GALERIES LAFAYETTE HAUSSMANN

Scritta sulla terrazza delle Galieries Lafayette Haussmann.

"Dovrebbero includere lo shopping tra le attività ad alto rischio cardiovascolere. Il cuore non mi batte mai così forte come quando vedo un cartello di 'ridotto del 50%'."

Sophie Kinsella - I Love Shopping (2000)

Parigi, 11 luglio 2013. Potete amare o odiare lo shopping, ma se venite a Parigi un salto alla Galeries Lafayette Haussmann è obbligatorio. Arrivare al piano terra e alzare gli occhi al cielo vi lascerà senza fiato, rilassarsi sulle poltroncine rosse della terrazza che si apre sulla città non ha prezzo.

venerdì 27 marzo 2015

In casa del nemico: lo STADE de FRANCE

Gradinata per raggiungere le tribune dello Stade de France.

"C'est vrai que c'est le pouvoir qui vous amène à prendre des décisions pour lesquelles vous serez jugé"
"E' vero che è il potere che vi porterà a prendere delle decisioni per le quali sarete giudicati

(Zinedine Zidane)

Parigi, 09 luglio 2013. Alcuni miei amici, dopo un week end con me hanno detto che quella sarebbe stata la loro prima ed ultima volta: "e questa la chiami vacanza!?" mi dicevano col viso arrossato e umido di sudore... "ma io non vado in vacanza, a me piace viaggiare; non mi va di spendere un botto di soldi per starmene chiusa in albergo a dormire. Se voglio riposarmi me ne sto a casa sul mio comodo divano grigio e viola a leggere un libro, oppure vado un pomeriggio al mare a Bergeggi o in piscina a Camerana"... questa è stata più o meno la mia risposta e nonostante siamo rimasti amicissimi come prima, quella è stata l'ultima volta che siamo andati via insieme.
Mio marito invece non si è mai lamentato, anzi... spesso e volentieri è lui che mi incita ad aggiungere mete nelle giornate poco piene durante i nostri viaggi... tutti abbiamo un'anima gemella!
Ho una passione folle per Parigi e quando ci siamo andati per la prima volta insieme nel 2013, io mancavo da una decina d'anni, quindi avevo proprio voglia di vedere e fare mille cose, sicuramente troppe dato che a fine viaggio ne sono rimaste un bel po' senza spuntatura e tra torri, parchi divertimento, archi di trionfo, musei e cattedrali, mi sembrava giusto dimostrare tutto l'amore verso il mio compagno di vita e di avventure andando con lui in un luogo che per me non significava nulla, ma per lui amante del calcio era un luogo molto interessante.

E' lo stadio più importante e grande di Francia e si trova a Saint-Denis a poco più di 8 km dal centro di Parigi: è lo Stade de France.

mercoledì 25 marzo 2015

Boomstick Award

Fino all'altro ieri pensavo di essere un anonimo puntino nel mare del web e adesso, nel giro di due giorni ho ricevuto ben due premi legati al mio blog, il che significa che seppur resti sempre un puntino è un puntino che in chissà quale modo si è fatto notare e già questo mi rende felice perché nel bene o nel male l'importante è che se ne parli!

Quindi il mio compito adesso, è trovare 7 blogger "cazzuti"... il che non è facile dato che sono reduce da un'altra scelta tra 15 blog che mi hanno ispirato, ma dato che il rischio è incappare nel Bitch Please Award (che si vocifera porti sfiga) spero di riuscire a svolgere comunque questo compito nel migliore dei modi...

sabato 21 marzo 2015

Very Inspiring Blogger Award

2011. In viaggio verso Pinzolo.

Ringrazio Claudia, Federica e Francesca di Goodnight and Travel Well per avermi nominata nel Very Inspiring Blogger Award. Si tratta di un premio che viene dato a quei blog che hanno in qualche modo ispirato altri blogger, quindi sono molto onorata innanzi tutto perché è la prima volta che ricevo un premio legato al mio blog e poi perché all'inizio (come per tutti) è stata dura... tante volte mi sono detta "adesso basta, tanto non mi legge nessuno", poi poco a poco sono iniziati ad arrivare i commenti, i lettori fissi e così anche la voglia di continuare a scrivere, quindi essere chiamata a raccontare qualcosa di me in questo contesto mi riempie di gioia!

Grazie ragazze ;)!

giovedì 19 marzo 2015

Non tutto il male viene per nuocere: il FLATIRON BUILDING

Il Flatiron Building.

Oggi vi voglio raccontare una cosa che mi è capitata durante il nostro viaggio a New York lo scorso settembre, quando ho imparato che a volte basta davvero poco per raddrizzare una giornata che nasce storta...

martedì 17 marzo 2015

Il mondo Disney in Europa: il DISNEYLAND PARK

Il Castello della Bella Addormentata nel Bosco.

"If you can dream, you can do it"
"Se potete sognarlo, potete farlo"
(Walt Disney)
 
Marne-La-Vallée, 10 luglio 2013. Disneyland è un po' il sogno di tutti i bambini e spesso succede che una volta diventati grandi, a quei vecchi piccoli sognatori capiti l'occasione di visitare Parigi che si trova appena a 44 km di distanza dal Dinseyland Paris, così quelle stesse persone decidono di tirare fuori dal cassetto quel desiderio vecchio anni luce, rispolverarlo e finalmente realizzarlo...

sabato 14 marzo 2015

Domenica... relax!

Panorama di Millesimo.
"Che suono fa la domenica da te?"

(Il Suono della Domenica, Zucchero, 2010)


Millesimo, 08 marzo 2015. Così cantava Zucchero non troppi anni fa... beh, in genere da me la domenica ha il suono di un motore, perché le gare di motociclismo, di Formula 1, e talvolta anche i rally sono la mia unica costante da circa una ventina d'anni...

Ormai chi mi conosce lo sa: la domenica spesso ci sono le gare, le guardo volentieri e difficilmente ci rinuncio (soprattutto se si tratta di motociclismo), quindi se in estate in genere alla domenica non ci sono per nessuno, in inverno do libero sfogo alle mie gite fuori porta...

giovedì 12 marzo 2015

...Ciak si gira! WALT DISNEY STUDIOS

 "Ci sei dentro bello! Guardati intorno!"
Scorza - Alla Ricerca di Nemo (2004)

Marne-La-Vallée, 08 luglio 2013. Oggi vi voglio parlare degli studi cinematografici più magici Francia... Siete pronti? Ok... andiamo...!

domenica 8 marzo 2015

La splendida CATTEDRALE di NOTRE-DAME de Paris e il suo TESORO

"Parigi si sveglia e si sentono già le campane a Notre Dame
il pane è già caldo e c'è gente che va per le vie della città
le campane dai forti rintocchi
come canti risuonano in ciel
e tutti lo sanno il segreto è nel lento pulsar delle campane a Notre Dame.
Ascoltate sono bellissime no?
Tante sfumature di suono,
tanti umori che variano,
perché sapete non è che loro suonino per conto proprio...
Ah no!?
No stupidone,
lassù in alto in alto nell'oscurità del campanile vive il misterioso campanar..."

"Le Camapane di Notre-Dame" dal film Disney "Il Gobbo di Notre-Dame" (1996)

Parigi, 07 luglio 2013. Quante volte abbiamo sentito parlare della Cattedrale di Notre-Dame? L'abbiamo vista nei film, nei cartoni animati e sui libri di storia, l'abbiamo letta in diversi romanzi, abbiamo seguito il ritmo col piede durante alcuni musical dove voci stupende la raccontavano a suon di musica...
Adesso ve la racconto io, in modo molto modesto e senza pretese, lasciando soprattutto che siano le immagini che ho scattato a parlare per me, perché da aggiungere a questo colosso c'è ben poco...

mercoledì 4 marzo 2015

A zonzo per il CENTRAL PARK


New York, 10 settembre 2014. Secondo me i parchi cittadini sono magici, perché pur essendo nel cuore di una città, riescono a farla dimenticare, a portarci lontano da lì per qualche minuto, in un'area verde che sa di natura, sa di aria aperta, di rumori del bosco, anche se poi basta alzare lo sguardo per tornare alla realtà, sentire una sirena in lontananza e vedere tonnellate di cemento che si alzano verso il cielo.

lunedì 2 marzo 2015

A piedi dal Louvre al... Louvre: PALAIS-ROYAL, la BOURSE e l'OPERA GARNIER

Il Louvre e la famosa ruota panoramica vista da Rue de Rivoli.
Parigi, 07 luglio 2013. Mettiamo il caso che una persona (per esempio io) parta per Parigi, con un piano dettagliato da seguire per vedere tutto, mettiamo poi il caso che inspiegabilmente questa persona (sempre io) sia in anticipo rispetto alla sua tabella di marcia... che fare!? Rilassarsi su una panchina? Certo che no... a Parigi c'è sempre qualcosa da vedere!!!

sabato 28 febbraio 2015

Visitare in MUSEO del LOUVRE in una mattinata

 "Le tue labbra dovrebbero stare al Louvre"
Dal film "Harry a Pezzi" (1997)

Parigi, 07 luglio 2013. Cosa può aggiungere una semplice comune mortale sul Museo del Louvre? Ve lo dico io, niente di niente! E allora perché scrivi questo post, vi starete giustamente chiedendo? Perché mi è piaciuto così tanto girare per le sale del Louvre che ho voglia di parlare e di rivivere quella giornata, intanto cercherò di darvi qualche indicazione se avete in programma di andarci per la prima volta e non sapete da che parte incominciare....

giovedì 26 febbraio 2015

Tag: #guardacomeviaggio

Foto durante il volo dalla California alla Florida.

Ed ecco che anche io ho deciso di partecipare all'iniziativa proposta da La Folle con l'hashtag #guardacomeviaggio e raccontare dove amo dormire, mangiare, cosa mi piace fare e quei piccoli gesti abitudinari che col tempo diventano dei veri e propri rituali dei quali non si può fare a meno...

Dai su, bando alle ciance e iniziamo!

martedì 24 febbraio 2015

Lungo gli CHAMPS - ELYSEES: da PLACE de la CONCORDE all'ARCO di TRIONFO

"...Et de l'Etoile à la Concorde un orchestre à mille cordes
  tous les oiseax du point du jour chantent l'amouraux Champs-Elysées, aux Champs-Elysées
au solei, sous la pluie à midi ou à minuit
 il y a tout ce que vuos voulez 
aux Champs-Elysées..."

"...E da l'Etoile a la Concorde un'orchestra a mille corde
tutti gli uccelli dall'alba cantano l'amore
sugli Champs-Elysées, sugli Champs-Elysées
al sole, sotto la pioggia a mezzogiorno o a mezzanotte
c'è tutto quello che volete
sugli Champs-Elysées..."

Joe Dassin "Les Champs-Elysées" (1969)

Parigi, 09 luglio 2013. Mi piace camminare, soprattutto se sono in una città che non sono solita a visitare, dove ogni piccolo particolare attira la mia attenzione. Ogni volta che vengo a Parigi, se riesco, mi piace percorrere tutti gli Champs-Elysées, da Place de la Concorde fino all'Arco di di Trionfo perché passi da un piazza ricca di storia, a un viale alberato con panchine e chioschi e poi senza nemmeno accorgetene ecco che ti ritrovi circondata da grandi firme e marchi, ristoranti di lusso e macchine dai vetri scuri, per poi finire al centro di una gigantesca rotornda, dove la vista si perde sfuocata eccola, è lei ed è davanti ai miei occhi: la Voie Triomphale.

domenica 22 febbraio 2015

A piedi per GENOVA

"...Vedrai una città regale, addossata ad una collina alpestre, superba per uomini e per mura, il cui solo aspetta la indica signora del mare..."

(descrizione che Francesco Petrarca fa di Genova nel 1358)

Genova, 01 febbraio 2015. Il modo migliore per scoprire una città secondo me è visitarla a piedi. Per sentirne gli odori, i rumori che la caratterizzano, sentire che effetto fa calpestarne la terra, i marciapiedi, l'asfalto...

Ecco un mio veloce itinerario per scoprire Genova a piedi...

giovedì 19 febbraio 2015

Il simbolo del romanticismo, il simbolo di Parigi, la TOUR EIFFEL

Se volete scattare una foto intera della Torre Eiffel tipo questa, vi consiglio di andare dal Trocadéro.


Si dice che su Parigi è stato scritto tutto, e che con i libri scritti si potrebbe costruire una nuova Tour Eiffel"
(Mieczyslaw Kozlowski)

Parigi, 06 luglio 2013. Che piaccia o no...se vi dico "Parigi" voi a cosa pensate?

mercoledì 18 febbraio 2015

Il simbolo dell'amicizia franco-americano: la FIAMMA della LIBERTA'

"Flamme de la Liberté. Réplique exate de la flamme de la Statue de la Liberté offerte ai peuple francais par des donateurs du monde entier en symbole de l'amietié franco-américaine. A' l'occasion du centenaire de l'International Herald Tribune. Paris 1887 - 1987"

"Fiamma della Libertà. Replica esatta della fiamma della Statua della Libertà offerta al popolo francese da dei donatori del mondo intero in simbolo dell'amicizia franco-americana. Per l'occasione del centenario de l'Internationa Herald Tribune. Parigi 1887 - 1987"

(Targa commemorativa della Fiamma)

Parigi, 06 luglio 2013. Ho deciso di dedicare un post a questo piccolo monumento nel centro di Parigi per rendere giustizia alla storia della Fiamma della Libertà, che sta lì a simboleggiare un legame tra due Stati, ma che a causa di un brutto incidente avvenuto proprio sotto di lei, troppo spesso e volentieri viene associata a quell'evento col quale invece non ha niente da spartire.

martedì 17 febbraio 2015

La reggia tra le regge: la REGGIA di VERSAILLES

"Notte buia alla corte di Francia,
a Palazzo si dorme già,
tre briganti con spada e con lancia
agguato a sua Maestà."
I Cavalieri del Re - Lady Oscar (1982) sigla della serie televisiva omonima

Versailles, 06 luglio 2013. Lo so, iniziare un post che vuole raccontare un luogo ricco di storia come la Reggia di Versailles con la canzone di un cartone animato può sembrare poco serio, ma la tentazione è stata troppo forte; per tutta la visita al castello mi è rimbombato nella mente questo ritornello, colonna sonora della mia infanzia e di chi come me ha vissuto da bambina/o il periodo a cavallo tra gli anni '80 e gli anni '90. Per chi non lo sapesse questa sigla annunciava l'inizio di uno dei cartoni animati più amati dell'epoca: Lady Oscar, che narrava le vicende di Oscar François de Jarjayes, una donna che per volontà del padre diventerà capitano delle guardie reali francesi pochi anni prima dello scoppio della rivoluzione e il  palazzo dove "i tre briganti armati di spada e lancia" tendevano un agguato a sua maestà è questo!!!
Mentre facevo le mie solite ricerche per scrivere questo post ho scoperto che sul manga che ha ispirato questa serie animata hanno girato anche un film nel 1979 (contemporaneo del cartone) con protagonista Catriona MacColl, l'attrice principale di Quella Villa Accanto al Cimitero (pellicola horror degli anni '80 diretta da Lucio Fulci). La curiosità è che questo è uno dei pochi film girati dentro la reggia e per il doppiaggio italiano hanno usato gli stessi doppiatori del cartone.

Detto questo torniamo seri, mettiamo da parte il cartone animato ed entriamo nel lusso più sfrenato...

domenica 15 febbraio 2015

Alla scoperta di MONTMARTRE. Itinerario per visitare questo quartieri a piedi in due ore

 "Se il dito indica il cielo l'imbecille guarda il dito"
dal film Il Favoloso Mondo di Amelie (2001)

Parigi, 05 luglio 2013. Amelie Paulen viveva a Montmartre e buona parte del film citato sopra è stato girato qui, tra queste vie. Montmartre è il pezzo di Parigi che più amo; lo amavo già da prima di vedere Il Favoloso Mondo di Amelie e forse se mi piace così tanto riguardare questa pellicola è anche perché molte immagini mi riportano in questi luoghi. 
Secondo me tutti gli odori, i rumori e i colori di Parigi qui sono concentrati e ogni volta che torno nella capitale francese cerco sempre un albergo in zona perché mi piace addormentarmi sulle note de La Vie en Rose che arrivano incessantemente da Place du Tertre.

venerdì 13 febbraio 2015

Follow my blog with Bloglovin

A spasso per il PORTO ANTICO di Genova

Magazzini del cotone.
"Voglio conoscere la potenza di Genova? Vado a gustare la grandiosa poesia del suo Porto"
(Ambrogio Bazzero)


Genova, 01 febbraio 2015. Chiudete gli occhi e pensate a Genova... cos'è la prima cosa che vi viene in mente? La Lanterna, sì ok... e poi!? Il pesto... no, non intendevo cose da mangiare, ma luoghi della città.... I caruggi...mmm beh ci siete molto vicini, io stavo pensando al Porto antico...

martedì 10 febbraio 2015

La chiesa dalle mille sfumature: la BASILICA del SACRO CUORE


Parigi, 05 luglio 2013. Questo è uno degli edifici religiosi più belli che abbia mai visto. Sono i colori di questa basilica ad affascinarmi così tanto: da lontano sembra bianca, da vicino il bianco diventa sfumato col grigio del marmo, poi la guardi bene e vedi quelle straordinarie sfumature rosa che la colorano alla sera...


lunedì 9 febbraio 2015

Una chiesa poco conosciuta: CHIESA di SAINT-PIERRE de MONTMARTRE

"Non coerceri maximo contineri minimo, divinum est."  
"Non essere costretto da ciò che è più grande, essere contenuto in ciò che è più piccolo, questo è divino." 

iscrizione sulla tomba di Ignazio di Loyola

Parigi, 05 luglio 2013. Ignazio di Loyola nasce in Spagna e muore a Roma quindi sembrerebbe non entrarci niente con Parigi e con questa chiesa poco conosciuta che sorge all'ombra della bianchissima Basilica del Sacro Cuore (la foto sopra è stata scattata dal sagrato della Basilica e ritrae l'abside della Chiesa di Saint-Pierre) e invece in qualche modo c'entra...

domenica 8 febbraio 2015

#domenicalmuseo: PALAZZO REALE di Genova



Genova, 01 febbraio 2015. Ed ecco che arriva anche febbraio e con lui la prima domenica del mese che si porta dietro questa bella iniziativa chiamata #domenicalmuseo, che consente l'ingresso gratuito in tutti i musei statali.

venerdì 6 febbraio 2015

Sulle tracce di Amélie Poulen: le CAFE DES 2 MOULINS

"Dimmi papà se ritrovassi una cosa dell'infanzia a cui tenevi come un tesoro, cosa proveresti? Felicità, tristezza, nostalgia...cosa proveresti?"
"Se parli del nano non ce l'avevo da piccolo."

dialogo tra Amélie Poulen e suo padre Raphael. "Il favoloso mondo di Amélie" (2001)

Parigi, 11 luglio 2013. Entrare ne Le Café des 2 Moulins è come entrare nel mondo di Amélie...c'è tutto; in bagno c'è persino il nano con le foto dei suoi viaggi!

giovedì 5 febbraio 2015

L'unica volta che sono stata contenta di vedere la neve

05 febbraio 2015.
Mi chiedo se la neve ama gli alberi e i campi, che li bacia così dolcemente. E li copre come con una morbida trapunta bianca; e forse dice "Andate a dormire, cari, finché non arriva l'estate di nuovo".

(Lewis Carrol - Le Avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie - 1865)

Millesimo, 05 febbraio 2015. Non sono ancora le 8.00 del mattino e io mi trovo sulla A6 in direzione di Savona. Fino qui niente di strano se non fosse che davanti ho: uno spartineve, un camion spargisale e che a ogni minimo cambiamento di velocità (se i 40 km/h possono essere chiamati "velocità") sento la macchina che sbanda di qua e di la. Non dico le parole che mi sono passate per la mente in quegli istanti e per tutti i 30 km di tragitto, ma tra tutte quelle oscenità che ho pensato sulla povera neve che stava scendendo mi è tornata alla mente l'unica volta che sono stata felice di vederla.
E' così che mi è venuta l'idea di scrivere questo post... però per spiegare meglio il tutto devo tornare indietro di qualche anno...

mercoledì 4 febbraio 2015

Il mulino più famoso di Parigi: il MOULIN ROUGE

"Il Moulin Rouge. Un locale notturno. Una sala da ballo e un bordello, dove imperava Harold Zidler. Un regno di piaceri notturni in cui i ricchi e i poveri venivano a divertirsi con giovani e belle creature di malaffare...E la più bella di tutte era la donna che amavo, Satine, una cortigiana che vendeva il suo amore agli uomini. La chiamavano il Diamante Splendente. Era lei la stella del Moulin Rouge!"

monologo di Christian (Ewan McGregor) nel film "Moulin Rouge!" (2001)

Parigi, 05 luglio 2013. Un film di successo, una struggente storia d'amore ambientata in un luogo dove l'amore si vendeva (come dice il personaggio stesso). Il Moulin Rouge nell'immaginario collettivo è quel luogo dove belle ragazze ballano seminude e sono disposte a vendere i loro corpi per denaro e che poi è stato reso celebre da quegli artisti, pittori e scrittori di fine '800, coloro che conducevano uno stile di vita fuori dalle righe fino a diventare oggi, un locale di un certo livello, non alla portata di tutti. Ma quando Baz Luhrmann ci apre le porte del suo Moulin Rouge!, nel 2001 tutto sembra diverso: lampadari luccicanti, colori accesi e tanti, tanti soldi che girano... ma com era realmente questo locale notturno...
 

martedì 3 febbraio 2015

Rosso come l'amore, rosso come il sangue: PARC de la VILETTE

La Grande Halle.
Parigi, 05 luglio 2013. L'ex mattatoio della città. Questo mi ha colpito più di tutto e arrivarci davanti e vedere quel poco rosso che spiccava tra quella ferraglia grigia mi è entrato nella mente. Qui un secolo fa c'era odore di stalla, di sangue e di morte... muggiti di sofferenza. Oggi ci sono risate, odore di qualcosa di bello, di cultura, della bellezza, di qualcosa di nuovo da imparare.

lunedì 2 febbraio 2015

Un margarita al BRYANT PARK


New York, 09 settembre 2014. Quando abbiamo confermato il passaggio a New York durante il nostro viaggio di nozze la prima cosa che ho detto a mio marito è stata "Amore, mi voglio bere un margarita come fanno nei film!". Poi il tempo è passato e quella frase così com è venuta se n'è anche andata, ma l'ultima sera che abbiamo passato nella Grande Mela e in America, quando siamo usciti dall'hotel per andare a mangiar cena il mio maritino mi ha detto "E' ora di berci quel margarita..."

domenica 1 febbraio 2015

Un'oasi verde nel cuore di Parigi: il PARC des BUTTES-CHAUMONT

"Cosa fai ragazza che cammini nel parco e che vuoi vedere
se questo primo sole cancella l'inverno e il dolore..."

Parigi, 05 luglio 2013. Cantava così Biagio Antonacci nel 1998. Cosa fai ragazza è una canzone che racconta un'amore mai nato con una ragazza che passeggiava in un parco cittadine ascoltando musica. Nella mia mente quel parco aveva tanto verde, che risaltava in contrasto all'azzurro del cielo di una giornata di sole e quel laghetto dove le anatre si tuffano coi loro stonati schiamazzi. Tanta gente che legge, si rilassa, corre, tra quella natura che si fa strada tra i rumori e il grigio di una metropoli... Il parco che m'immagino io quando sento quelle note è molto simile al Parc des Buttes-Chaumont, uno dei più grandi della città di Parigi.

sabato 31 gennaio 2015

Passeggiata da Place de la Bastille all'Ile de la Cité: COLONNA di LUGLIO, CHIESA di SAINT LOUIS en l'ILE, HOTEL de VILLE, PALAIS de la CITE' e TOUR SAINT JACQUES

Il Pont Marie visto dal Pont de Sully
Parigi, 07 luglio 2013. Mi piace girare a piedi le città, per viverle, per capirle a pieno e anche perché è una cosa molto utile per risparmiare tempo e vedere tante cose interessanti che magari per mancanza di tempo mettiamo in secondo piano nella lista delle "cose da vedere".
Ecco perché vi racconto questo piccolo itinerario improvvisato che culmina con l'imperdibile Cattedrale di Notre-Dame de Paris.

Tra sonno eterno e opere d'arte: il CIMIITERO del PERE-LACHAISE


"Spes illorum immortalitate plena est"  

Parigi, 05 luglio 2013. La loro speranza è piena di immortalità questo è il significato della frase che ho scritto sotto la foto che ritrae l'ingresso del Cimitero del Père Lachaise e che si può leggere su quegli stessi piloni in cemento. Dietro quei cancelli ci sono monumenti funebri, opere d'arte, sentieri di pietra e alberi... chilometri di storie tristi, di gloria, di fama, di normalità, ma soprattutto storie di gente come me, come te.

martedì 27 gennaio 2015

Noi come King Kong: sulla cima dell'EMPIRE STATE BUILDING


New York, 08 settembre 2014. New York è stata la meta imprevista del nostro viaggio di nozze. Avremo dovuto comunque far scalo qui, quindi perché non approfittarne e fermarsi qualche giorno!? Ovviamente qualche giorno a New York corrisponde ai classici 5 secondi di tempo che si hanno per rispondere a una domanda in un quiz televisivo dove se non sai la risposta sei fregato, quindi siamo arrivati nella Grande Mela con un itinerario preciso per cercare di vedere il più possibile, ed è a questo punto che sorge il primo grande dilemma del viaggio: Empire State Building o Top of the Rock?

giovedì 22 gennaio 2015

mercoledì 21 gennaio 2015

Il PALAZZO dei PRINCIPI a MONACO-VILLE

Il Palazzo dei Principi di Monaco e sotto si vede il muraglione che accompagna la Rampe Major.

Principato di Monaco, 04 gennaio 2015. Passeggio tra le stradine di Monaco-Ville e tra me penso a quanto mi ricordino le vie intorno al Porto Antico di Genova... eh sì Francesco Grimaldi, discendente di una famiglia genovese, si era impossessato di questa rocca alla fine del1200 e nonostante i tanti anni passati l'impronta ligure resta... poi alzo lo sguardo e in un cartello col nome di una via leggo "carruggio" e quella sola parola mi strappa un sorriso...

lunedì 19 gennaio 2015

PRINCIPATO di MONACO: 6 cose da fare gratis


Principato di Monaco, 04 gennaio 2015. Da quando stiamo insieme, io e mio marito ci concediamo di solito un vero viaggio all'anno, il resto sono week end più o meno lunghi, giornate trascorse a pochi km da casa a far foto e a scoprire luoghi spesso troppo poco conosciuti. Almeno una volta ogni 15 giorni si deve caricare la reflex, preparare i panini e partire per poi tornare a tarda sera stanchi, ma estremamente soddisfatti.
Un giorno, mi sono trovata a parlare di questo con una mia amica che a un certo punto con aria scocciata mi ha detto: "facile parlare per voi... voi potete permettervelo, voi la crisi non la sentite!"
... beh questo non è del tutto vero per motivi che non sto a raccontarvi qui; ognuno di noi ha quattro mura all'interno delle quali solo lui e chi ci sta insieme sa quali problemi deve affrontare e come, però riflettendoci qualche ora dopo a casa, questa frase mi ha dato lo spunto per il post che sto scrivendo: non sempre per vedere qualcosa di nuovo e di bello servono centinaia di euro...a volte basta il costo di un biglietto di un treno, a volte riempire per metà il serbatoio di benzina e il resto è solo voglia di andare e di scoprire...

Ecco 6 cose che si possono fare nel Principato di Monaco senza spendere un centesimo... e chissà che da quelle parole non ne esca anche una rubrica mensile...

A piedi lungo la rocca: passeggiando per la RAMPE MAJOR di Monaco

La Rampe Major vista da Avenue du Port.

Principato di Monaco, 16 aprile 2011. E' molto meno dura di quel che sembra la salita che da La Condamaine conduce fino a Monaco-Ville e il panorama che pian piano cresce davanti ai nostri occhi e a tratti si nasconde dietro alle spesse mura difensive vale ben altro di questi nemmeno 200 metri in salita.

domenica 18 gennaio 2015

La cattedrale del Principato di Monaco: CATTEDRALE dell'IMMACOLATA CONCEZIONE


Principato di Monaco, 16 aprile 2011. La prima volta che sono arrivata davanti alla bianca cattedrale del Principato di Monaco, ho pensato a quanto fosse stretta e alta, come schiacciata nelle case del piccolo quartiere di Monaco-Ville costruito sulla cima di una modesta rocca (per questo è chiamato anche La Roche). Poi entrandoci mi sono chiesta: "ma da dove salta fuori tutto questo spazio?"

venerdì 16 gennaio 2015

Sulle orme della Formula 1: il CIRCUITO di MONTE CARLO

Le tribune montate a Port Hercule in vista del GP di Monaco di Formula 1 del 2011.

"Correre a Monte Carlo è come correre in bici nel salotto di casa"
(Nelson Piquet)

Principato di Monaco, 16 aprile 2011. Quando sento parlare del Principato di Monaco, la prima immagine che mi appare nella testa è il tornantino Grand Hotel Hairpin. Beh il fatto che sono cresciuta a pane e gran premi credo che in qualche modo abbia tarato la mia mente in modo irreparabile e spesso mi ritrovo ad associare molte cose (praticamente tutto) al mondo dei motori, però passeggiare per le strade di Monaco senza pensare alla Formula 1 mette male e non solo perché è su quello stesso asfalto che sfrecciano (e hanno sfrecciato) ogni anno piloti del calibro di Senna, Schumacher, Fangio e via dicendo, ma anche perché i riferimenti a questa competizione sportiva sono tantissimi ... Ecco quelli che ho trovato io...