martedì 3 febbraio 2015

Rosso come l'amore, rosso come il sangue: PARC de la VILETTE

La Grande Halle.
Parigi, 05 luglio 2013. L'ex mattatoio della città. Questo mi ha colpito più di tutto e arrivarci davanti e vedere quel poco rosso che spiccava tra quella ferraglia grigia mi è entrato nella mente. Qui un secolo fa c'era odore di stalla, di sangue e di morte... muggiti di sofferenza. Oggi ci sono risate, odore di qualcosa di bello, di cultura, della bellezza, di qualcosa di nuovo da imparare.

Più che un parco è un agglomerato di edifici che ospitano attività e musei che hanno che fare con le scienze, il cinema, la musica ed altri eventi culturali. Non è la solita area verde arredata con grossi alberi, enormi prati e tanta ombra, ma ad ogni modo è definito parco e con una superficie di 55 ettari è uno dei più grandi di Parigi.
 
C'è il vecchio e unico macello della città, costruito tra il 1865 e il 1867 e che oggi è un centro espositivo con una superficie di 20.000 metri quadri conosciuto col nome di Grande Halle.

C'è la Fontana dei Leoni di Nubia che inizialmente era collocata in quella che oggi si chiama Piazza della Repubblica (all'epoca era Place du Chateau-d'Eau) ed era dedicata alle campagne napoleoniche, è stata spostata dove si trova oggi nel 1867 per abbeverare il bestiame.

 C'è la Cité de la Musique, inaugurata nel 1995 e punto di riferimento per la musica nazionale ed internazionale, con 250 concerti l'anno, collezioni e un il Conservatorio.

 C'è il Canale dell'Ourcq, uno dei canali parigini che in totale formano una rete di 130 km.
Il Canale dell'Ourcq nasce dalla deviazione dell'omonimo fiume che percorre circa 83 km. A Parigi alimenta il Canale Saint-Martin e il Canale Saint-Denis.

 C'è la Geode, ossia questa sfera di granito, acciaio e vetro di 36 metri di diametro e inauguratal il 6 maggio 1985. All'interno c'è un cinema che ha 400 posti a sedere e uno schermo di 1000 metri quadrati che proietta un'immagine dieci volte superiore a quella dei cinema tradizionali; è l'unico ad avere un impianto audio multicanale a 12.1 canali.

C'è la Città della Scienza e dell'Industria, un luogo dove si può sperimentare e capire questioni relative alla scienza e alla ricerca voluta dal presidente francese tra il 1974 e il 1981 Valéry Giscard D'Estaign, e inaugurata dal suo sucessore Francois Mitterand il 13 marzo1986. 
Il biglietto è compreso nella Paris Museum Pass.

Il Parc de la Villette è molto altro. 
Ci sono piccole zone verdi con sculture, c'è un'arena, un teatro e via dicendo. Per visitarlo tutto forse una giornata non basta. Però anche solo farci un giro, una passeggiata in tutta calma ad ammirare i contrasti di colore, a osservare il dolce cullare del Canal d'Ourcq, a specchiarsi in uno dei 6433 triangoli della Geode può essere molto piacevole, soprattutto se si è in una città come Parigi dove il tempo non è mai abbastanza.

Ecco qualche momento della nostra passeggiata.

video


Nessun commento:

Posta un commento

Rispondo a tutti i commenti perchè sono molto importanti... in fondo se scrivo è perchè voglio essere letta.
Grazie per essere passati di qua!