martedì 17 marzo 2015

Il mondo Disney in Europa: il DISNEYLAND PARK

Il Castello della Bella Addormentata nel Bosco.

"If you can dream, you can do it"
"Se potete sognarlo, potete farlo"
(Walt Disney)
 
Marne-La-Vallée, 10 luglio 2013. Disneyland è un po' il sogno di tutti i bambini e spesso succede che una volta diventati grandi, a quei vecchi piccoli sognatori capiti l'occasione di visitare Parigi che si trova appena a 44 km di distanza dal Dinseyland Paris, così quelle stesse persone decidono di tirare fuori dal cassetto quel desiderio vecchio anni luce, rispolverarlo e finalmente realizzarlo...

La stazione del Disneyland Railroad di Main Street USA.
Disneyland sbarca in Europa nel 1992, esattamente il 12 aprile quando dopo circa quattro anni di lavori apre al pubblico Euro Disney Resort. A differenza delle aspettative questo progetto risultò un flop a causa della cultura del parco (americana) in netto contrasto con quella francese, quindi la società si dovette rimboccare le maniche apportando varie modifiche: il nome cambiò diverse volte (Disneyland Paris nel 1994 e Disneyland Resort Paris nel 2001) per assumere quello attuale di Disneyland Paris nel 2009, vennero aggiunte nuove attrazioni  e si decise di investire in qualcosa di più azzardato: nel 2002 venne inaugurato il Walt Disney Studios.

Oggi a distanza di oltre vent'anni si continua a vociferare che il parco continui ad essere in perdita, ma i 12 milioni di visitatori l'anno sembrano dare poco credito a queste voci...

Fantasia Gardens davanti al Disneylan Hotel.
E adesso bando alle ciance e partiamo col mio racconto di questo posto che occupa 19 km quadrati di favole e magia, addobbato da 13.000 alberi, 136.000 cespugli, e 40.000 piante acquatiche, dove 14.500 cast member lavorano per portare nel mondo reale quello delle fiabe servendosi del guardaroba più grande d'Europa lungo 1600 metri...

MAIN STREET U.S.A.
 
Appena entrati nel parco si incontra la prima landa: Main Street U.S.A.. Siamo nella cittadina americana di inizio '900 dove Walt Disney ha trascorso la sua infanzia e qui le case sono costruite con la tecnica della prospettiva forzata (ogni piano deve essere i 5:8 più piccolo di quello sotto per ricreare la visione che si ha da bambini), ma fate attenzione a quella che ha la luce sempre accesa, perché quella è la riproduzione della casa del creatore di tutto questo!
  
Main Street USA, il municipio.
In Main Street c'è il municipio (un ufficio informazioni ritratto nella foto qui sopra), negozi, locali e un barbiere funzionante; tra questi, un negozietto di articoli per la casa dal nome Lilly's Boutique... Beh Lilly non sta per la famosa cockerina protagonista di Lilly e il Vagabondo, bensì per Lilian, Lilian Disney moglie di Walt.

La Main Street USA.
  Le parate del Disneyland Park sono un vero e proprio spettacolo, soprattutto la Disney's Fantillusion che si svolge poco prima della chiusura del parco. Ovviamente la zona migliore per godersi la sfilata piena di personaggi, musiche e balletti è la Central Plaza che si trova tra la Main Street e il Castello della Bella Addormentata nel Bosco. Occhio perché la gente si piazza già molti minuti prima dell'orario previsto per accaparrarsi i posti migliori.

Scatti della Disney Magic on Parade.
La Disney Magic on Parade è la parata più recente. Noi siamo arrivati in piazza una mezz'oretta prima dell'inizio, ma non è comunque servito a farci trovare una posizione ottimale.  
Tre le parate, tre gli spettacoli (che a differenza del Walt Disney Studios sono all'aperto in un teatrino nei pressi del castello quindi, come accade per le sfilate vengono modificati spesso) e poche le attrazioni a Main Street U.S.A.; sono considerate tali due gallerie ispirate ai "passage" di Parigi e posizionate ai lati della via principale. Queste hanno soprattutto lo scopo di "rimediare" al capriccioso tempo nord-europeo, quindi sono uniche al mondo. La Discovery Arcade è stata costruita dal lato che porta a Discoveryland (zona futuristica del parco) e al suo interno si trovano molte invenzioni del XX secolo, la Liberty Arcade invece si trova sul lato opposto, parallela a Frontierland (altra zona) ed è dedicata all'inaugurazione della Statua della Libertà con quadri, poster dell'epoca e una riproduzione di questo evento nascosto dietro a una tenda rossa. Horse-Drawn Streetcars (attrazione che non apprezzo per niente perché sono contraria all'impiego di animali per far divertire i turisti) e Main Street Vehicles propongo un breve tour di inizio '900 lungo la Main Street, il primo a bordo di una carrozza, il secondo di automobili d'epoca. Infine qui c'è anche una delle quattro stazioni del Disneyland Railroad (le altre sono Frontierland, Fantasyland e Discoveryland), un treno che nasce con scopo di mezzo di trasporto, ma diventa attrazione data la tempistica della fila.

  FRONTIERLAND 

Eccoci negli Stati Uniti del 1800 e qui troviamo cow-boy, indiani, cercatori d'oro.... 
Gli spettacoli di questa landa cambiano con le stagioni e si svolgono tutte nel Chapparal Theatre, un teatro coperto. Poco distante da qui c'è una piccola area giochi, il Pochaontas Indian Village
Arrivando da Main Street U.S.A. sulla sinistra troverete l'ingresso del Legends of the Wild West, un fortino da visitare a piedi chiamato Fort Comstock che si sviluppa salendo e scendendo da ben 135 gradini.

Big Thunder Mountain.
River Rogue Keelboats e Thunder Mesa Riverboat Landing portano i visitatori a navigare intorno al lago di Frontierland il primo su una barchetta di legno, il secondo su un vecchio battello a pale.

Big Thunder Mountain.

Al centro del lago si sviluppa la miniera dove corre il Big Thunder Mountain, un roller coaster per famiglie presente in tutti i parchi Disney tranne in quello di Honk Hong. La cosa che rende unico questo di Parigi è che si trova su una montagna costruita al centro del lago.

Phantom Manor.
Henry Ravenswood, fondatore di questa miniera è anche il proprietario di Phantom Manor, una casa infestata da ben 999 fantasmi. La storia che viviamo su questa dark ride racconta della figlia di Henry, la dolce Melanie che si innamora di un ingegnere che per lavoro l'avrebbe portata lontana da Boot Hill. Il padre e la madre Martha fecero di tutto per opporsi alle nozze e proprio quel giorno, mentre Melanie si preparava per dire sì al suo amato, un fantasma apparì al futuro sposo e lo impiccò. La giovane continuò (e continua tutt'ora) ad aspettare in abito da sposa il fidanzato. Da quel giorno, tutte le sere i fantasmi degli ospiti invitati al matrimonio si ritrovano per festeggiare quelle nozze mai celebrate... Ah usciti dall'attrazione fatevi un giretto nel grande giardino del maniero, forse è da qui che arrivano tutti quei fantasmi! Ah ancora una curiosità, il film con Eddie Murphy, La casa dei Fantasmi del 2003 è ispirata a questa attrazione.
 
  ADVENTURELAND

Pronti per la zona più avventurosa di tutto il Disneyland Paris? Qui tra grotte, pirati, sultani e templi maledetti di certo non ci si annoia...! 
Situata all'interno del Golfo dei Pirati, anche qui un'area giochi per bambini: Pirate's Beach
Arrivando da Main Street U.S.A. sulla sinistra potete rivivere le emozioni di Aladdin e Jasmine in 60 metri da percorrere a piedi in mezzo alle scene più belle di questo film, entrando ne Le Passage Enchanté d'Aladdin
7200 metri quadri invece è Adventure Isle. L'attrazione che si visita a piedi, è divisa in tre parti: la Skull Rock (interno della roccia a forma di teschio che si vede dalla Baia dei Pirati), l'Ile du Trésor (la ricerca di un tesoro tra grotte e ponti sospesi) e Le Ventre de la Terre (grotte e cascate sotterranee) che si trova sotto alla Cabane des Robinsons, la casa di questa famiglia naufragata che si trova sulla cima di un albero alto 30 metri che si raggiunge salendo176 gradini.
Davanti alla Skull Rock è ancorata la Nave di Capitan Uncino che protrete trovarla chiusa se sono previsti spettacoli; sotto a questa si sviluppa l'attrazione più bella del parco: Pirates of the Caribbean. Anche questa dark ride acquatica (come Phantom Manor) ha ispirato una serie cinematografica di estremo successo: I Pirati dei Caraibi con Johnny Depp. 
In questa zona si trova una delle tre montagne russe del Disneyland Paris e l'unica all'aperto: Indiana Jones and the Temple of Peril. E' considerata l'attrazione più forte del parco e nel 2000 dopo una revisione, il percorso è stato invertito (si faceva a marcia indietro), ma dopo soli quattro anni la marcia è tornata in avanti perché giudicata troppo estrema per i visitatori. Il mio commento personale è che se siete abituati a fare questo genere di giochi...beh non è poi così adrenalinica...e all'indietro era molto meglio!!!

  FANTASYLAND

Fantasyland vista dalla cima del Castello della Regina di Cuori.
La zona più attesa e più amata dalle bambine di tutto il mondo... è qui che i loro sogni diventano realtà. 
Due i punti d'incontro con i personaggi più amati: il Princess Pavillon permetterà ai vostri bimbi di conoscere le principesse Disney e farsi fotografare con loro, mentre nel Meet Mickey Mouse verranno accolti da Minnie e Topolino.

Le Carrousel de Lancelot dal Castello della Bella Addormentata.
Le Carrousel de Lancelot è la classica giostra del luna park ed è presente in tutti i parchi Disney del mondo. Quella del Disneyland Paris conta 86 cavalli, due in più del Walt Disney World Resort  di Orlando in Florida, mentre il Disneyland Resort di Anaheim nei pressi di Los Angeles (quello originale per capirci meglio) ne ha 72. La versione più grande con novanta puledri si trova a Tokyo. La caratteristica di questa è che ha degli ornamenti placcati in oro e ospita due carri provenienti da una giostra di inizio '900, quindi ha un certo valore storico.

Scatti da Alice's Curious Labyrinth.

"... Nel mio mondo i libri sarebbero fatti solo di figure..."

(Alice nel Paese delle Meraviglie, 1951)

Due le attrazioni dedicate al cartone Alice nel Paese delle Meraviglie: la prima (Mad Hatter's Tea Cup) è la classica giostra delle tazze, in questo caso tematizzata come la tavola del Cappellaio Matto. La seconda (Alice's Curious Labyrinth) riproduce il labirinto che Alice percorre durante la fuga dalla furia della Regina e lo si percorre a piedi.

Una carta della Regina in Alice's Curious Labyrinth.
Siepi molto alte fanno sì che ogni angolo vi sia una sorpresa con giochi d'acqua e personaggi del film: si viene coinvolti nella "maratonda" di Capitan Libeccio e si incontrano lo Stregatto, il Brucaliffo e molti altri.

Davanti al Castello della Regina in Alice's Curious Labyrinth.
 La corsa (o passeggiata) finisce con gli 86 gradini che portano sulla cima del Castello della Regina.
 
Scatti da Le Pays des Contes de Fées.
Anche Dumbo ha ben due attrazioni che lo riguardano: Dumbo the Flying Elephant è la classica giostra meccanica a bordo dell'elefantino più famoso del mondo, mentre salendo su Casey Jr. le Petit Train du Cirque si può fare un viaggio sul treno che trasporta la mamma di Dumbo e gli altri animali del circo e tra colline, pianure e paesaggi in miniatura dei cartoni più famosi, si percorrono circa 450 metri incrociando un'altra attrazione che vi porterà alla scoperta del castello di Eric (La Sirenetta), della torre di Rapunzel e dentro alla Caverna delle Meraviglie di Aladdin a bordo di una romantica barchetta; sto parlando di Le Pays des Contes de Fées.
 
Scatti da Blanche-Neige et le Sept Nains e Pinocchio's Fantastic Journey.
Sono quattro le dark ride di Fantasyland, due bellissime e due un po' meno. Pinocchio's Fantastic Journey è forse la più brutta e si snoda attraverso le avventure vissute da Pinocchio. Molto simile è Blanche-Neige et les Sept Nains, che ripercorre la favola di Biancaneve e i Sette Nani a partire dall'incontro coi nanetti, quindi viene tralasciata la prima parte della storia. Una cosa molto carina è che alla finestra sopra l'ingresso dell'attrazione si può vedere la matrigna chiudere i tendoni proprio come accade in una della prime scene del film Disney.
 
Scatti da It's a Small World.

Una della mie dark ride preferite è It's a Small World. In questa attrazione si sale a bordo di una barchetta che fa un lungo viaggio attraverso il mondo, dove tutti gli abitanti della terra cantano una dolcissima canzoncina che vi risuonerà nelle orecchie per tutto il giorno. L'ultima dark ride di Fantasyland è forse quella che preferisco: si tratta di Peter Pan's Flight. A bordo di mini velieri si esce dalla stanza di Wendy per andare verso la "seconda stella a destra e poi dritti fino all'Isola che Non C'è". E' molto suggestivo vedere Londra che diventa piccola poco a poco mentre l'isoletta dove vive Peter Pan diventa sempre più grande. La pecca è la coda che è lunghissima e anche il fast pass finisce quasi subito, quindi il mio consiglio è di correre qui al mattino per prenotare la propria corsa e poi tornare con calma all'ora indicata (per le altre info sul fast pass vi rimando al post sul Walt Disney Studios).

Le Chàteau de la Belle au Bois Dormant.
"...Un magnifico futuro giace dinnanzi a te, a te eroe designato di una meravigliosa favola che si è avverata. Guarda: il castello di Re Stefano. E in quella torre più alta, a sognare il suo vero amore, la Principessa Aurora. Ma guarda i gentili voleri del destino: non è altri che la contadinella che non più tardi di ieri ha conquistato il cuore del nostro nobile Principe. E' davvero bionda... e bella! Essa ha l'oro nei capelli, labbra rosse come rosa... e il sonno eterno essa riposa. Gli anni si susseguono, ma ad un vero amore cent'anni equivalgono a poche ore. Ed ecco, si aprono della prigione... e il nostro Principe se ne va; si allontana sulla sua nobile cavalcatura... erette con la sua stupenda figura. Col primo bacio la sua bella sveglierà, poichè il vero amore tutto protrà..."

(La Bella Addormentata nel Bosco, 1959)

Al centro del parco si trova Le Chàteau de la Belle au Bois Dormant, simbolo del Disneyland Park e di tutto il complesso del Disneyland Paris. Il castello è alto 46 metri e le torri sono state costruite in Italia. Di tutti i parchi Disney solo al Walt Disney World Resort e a quello di Honk Hong i castelli non sono dedicati a La Bella Addormentata nel Bosco, ma a Cenerentola. Per dipingerlo di rosa sono stati necessari 14 strati di pittura e le lampadine che lo illuminano a Natale sono 4.000.000.
L'attrazione consiste in un percorso a piedi dove si possono ammirare cimeli relativi al cartone animato La Bella Addormentata nel Bosco, mentre al piano terra ci sono due bei negozietti uno dei quali è molto caratteristico in quanto dedicato al Natale per 365 giorni all'anno.

La Tàniere di Dragon che si trova sotto al Castello della Bella Addormentata nel Bosco.
Nei sotterranei del castello invece si può visitare La Tàniere du Dragon, ossia la caverna all'interno della quale è rinchiusa Malefica trasformata in drago. Si tratta di uno degli animatronic più grande al mondo, infatti prima è stato posizionato questo manichino animato e poi è stato costruito l'ambiente intorno.

DISCOVERYLAND
La particolarità di quest'area è che negli altri parchi è chiamata Tomorrowland ed è dedicata al futuro, mentre qui il futuro che visitiamo è quello vedevano Jules Verne, Leonardo Da Vinci, George Lucas...
 Il teatro della zona è Videopolis, dove al momento della mia visita (estate 2013) non venivano proposti spettacoli, ma proiettati dei corti della Disney e della Pixar. Les Mystères du Nautilus vi porterà lungo un percorso a piedi a scoprire il famoso sottomarino di 20.000 Leghe sotto i Mari di Jules Verne. Orbitron invece è la classica giostra meccanica ispirata a un disegno di Leonardo Da Vinci dove si può salire a bordo di navicelle spaziali per un giro intorno ai pianeti. Su Autopia potrete mettervi alle guida di quelle che negli anni '50 erano considerate le auto del futuro.
Captain EO invece è un film 3D lungo circa 17 minuti. Nel 1987 quando fu realizzato, divenne la produzione cinematografica più costosa al mondo nata dalla collaborazione tra Michael Jackson, Georges Lucas e Francis Ford Coppola in esclusiva per i parchi Disney. Dopo circa 10 anni di proiezione questa attrazione venne sostituita per lasciare spazio ad altri spettacoli tridimensionali, per esempio al Disneyland Park c'era una proiezione ispirata a Tesoro mi si Sono Ristretti i Ragazzi (Tesoro mi si è ristretto il Pubblico) che personalmente preferivo; con la scomparsa di Michael Jackson, dal 2010 in tutti i parchi Disney è stato riproposto Captain EO.

D-3BO (a destra) e C1-P8 (a sinistra) personaggi di Guerre Stellari in Star Tour.
 "...Sembra che siamo fatti per soffrire, è il nostro destino nella vita..."

(D-3BO a C1-P8 in Guerre Stellari - Una Nuova Speranza, 1977)
 
Star Tour è un simulatore ispirato a Guerre Stellari, dove ci si ritrova al centro di una battaglia contro le astronavi dell'Impero e uno sciame di asteroidi. Molto ben tematizzata è la lunga fila, nel corso della quale (come si può vedere dalla foto) s'incontrano molti personaggi della saga. 

Buzz Lightyer personaggio di Toy Story in Buzz Lightyer Laser Blast.

"...Verso l'infinito e oltre!"
(Toy Story - Il Mondo dei Giocatolli, 1995)
Buzz Lightyear Laser Blast è la dark ride interattiva del parco. Seduti su una poltroncina a due posti, dotata di pistola laser e joystick per ruotare il nostro mezzo di trasporto, dobbiamo aiutare Buzz di Toy Story a salvare il mondo, sparando a bersagli mobili. E' molto divertente fare a gara coi nostri compagni di viaggio su chi ottiene più punti, solo che poi io divento competitiva e se qualcuno mi batte (cosa che avviene spesso) mi offendo!

L'ultima attrazione che devo ancora descrivere è una delle mie preferite. E' la terza montagna russa del Disneyland Paris ed è ispirata al romanzo di Jules Verne Dalla Terra alla Luna e più precisamente al lancio verso lo spazio, infatti il trenino si fermerà più o meno a metà della salita per essere lanciati nello spazio al buio più totale con la comparsa dei vari pianeti lungo il percorso; sono 1300 le fotocellule che attivano gli effetti speciali al passaggio della vettura. Space Mountain: Mission 2 prende questo nome nel 2005 (prima era solo Space Mountain) quando in occasione dei 10 anni di apertura della montagna russa sono stati aggiunti numerosi elementi che le hanno conferito il titolo di roller coaster con migliori effetti speciali del mondo.

E se vi va di vedere qualcosa in più ecco il mio video:





12 commenti:

  1. Io che indubbiamente bambina non sono, andrei a visitare tutti questi regni della fantasia...
    Si ritorna fanciullini e penso sia un'emozione veramante grande!
    Grazie per questo viaggio che ci hai fatto fare amica cara..
    Un abbraccio serale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermi fatto visita! Eh si ... io adoro questi posti dove il tempo sembra essersi fermato!
      Un abbraccio.
      -nati-

      Elimina
  2. Da piccolo avrei venduto l'anima per andare qui e a Legoland; poi sono cresciuto e i miei ci sono andati senza di me XD
    In ogni caso, bellissimo... inutile dire, la Disney ha saputo creare un qualcosa di veramente magico, un qualcosa che unisce... un po' come la Coca Cola XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Disney come la Coca Cola... hai ragione... la Coca Cola è l'unica bevanda dolce che tollero e non ho mai conosciuto nessuno al quale la Coca Cola non piaccia... questo paragone sarebbe piaciuto moltissimo alla mia prof di semiotica della comunicazione che ci ha fatto rivedere tutti i film Disney e un milione di pubblicità alla ricerca di messaggi subliminali... molto interessante... XD

      Elimina
  3. Io ci sono stata a Luglio 2003 (10 anni prima della tua visita), chissà com’è cambiata nel frattempo! E’ stata un’esperienza bellissima (anche se ero già adulta…), e pensa che era stato un fuori programma durante i nostri 3 giorni a Parigi. Sulla giostra delle tazze di Alice nel paese delle meraviglie mi sono divertita un sacco (mio marito a momenti rimetteva anche l’anima..)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD anche mio marito patisce le tazza XD... E io ci sono stata la prima volta da ragazzina, poi da adolescente e infine da adulta e devo dire che seppur mi sia piaciuto tutte le volte, l'ho apprezzato di più da adulta perchè sono riuscita a coglierne tutte le sfumature, mentre le volte precedenti ero solo fissata sui giochi da fare... ;)
      grazie mille della visita!
      A presto
      -nati-

      Elimina
  4. ci sono stata con Brivido 3 estati fa
    fu bellissimissimo... per me!
    lui non è un gran fan dei parchi divertimenti, e sopratutto non condivide lo spassionato e sregolatissimo amore per la Disney...
    faccio conto di tornarci quest'estate... con jn, mia sorella, però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto t'invidio!!! Chissà io quando potrò tornarci ;)
      A presto ;)
      -nati-

      Elimina
  5. E io che pensavo fosse solo un classico parco divertimenti per bambini ispirato alla Disney! Bisogna andarci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che per quel che riguarda il livello di adrenalina lascia molto a desiderare, soprattutto se lo si paragano a Gardaland o a Mirabilandia, però è come entrare in un mondo magico... io adoro queste atmosfere!

      Elimina
  6. FreedomPop is the #1 ABSOLUTELY FREE mobile phone provider.

    With voice, text & data plans are priced at £0.00/month (ABSOLUTELY FREE).

    RispondiElimina
  7. New Diet Taps into Revolutionary Idea to Help Dieters LOSE 20 Pounds within Just 21 Days!

    RispondiElimina

Rispondo a tutti i commenti perchè sono molto importanti... in fondo se scrivo è perchè voglio essere letta.
Grazie per essere passati di qua!