sabato 18 aprile 2015

L'imperdibile PALAIS de CHAILLOT

Il Palais de Cahillot visto dalla Tour Eiffel.
"Tutti gli uomini creano senza saperlo
così come respirano
ma l'artista lo si sente creare
il suo atto coinvolge tutto il suo essere  
la sua amata pena lo fortifica"

Frase di Paul Valery scritta sul Palazzo di Chaillot nell'Ala Est

Ecco che arriva il fine settimana e con lui torno anche io, con un post iniziato qualche tempo fa e che parla ancora di Parigi.

Sulla capitale francese e sul suo monumento più famoso ho sentito dire di tutto: mi piace, non mi piace, niente di che, monumento commerciale, romanticismo sfrenato, nauseante sdolcinatezze e via dicendo...
Ognuno di noi può dire e pensare quello che vuole però non si può andare a Parigi e non vedere la Tour Eiffel.
Salire sulla sua cima è secondo me un'emozione unica: vedere il mondo dall'alto è una delle cose che riesce sempre a emozionarmi, però è anche vero che da sopra o da sotto i suoi oltre 300 metri scattare una bella foto può risultare un'impresa piuttosto difficile. La "terrazzina" a Montmartre, davanti alla Basilica del Sacro Cuore regala già un'ottima visione della torre, però rimane pur sempre molto lontana, coperta dagli alberi dalle case... quindi come si fa? Dove sono state scattate quelle bellissime foto che si vedono dappertutto? Se avete voglia ve lo racconto...
Il Palais de Cahillot visto dalla Tour Eiffel.
E così prima di terminare la nostra ultima notte a Parigi (domani staremo al Disneyland Park fino a tardi), dopo una mattinata passata allo Stade de France e un pomeriggio trascorso nel cuore di questa romantica città, abbiamo deciso di salutare la mia metropoli del cuore scattando quella foto che ingrandita prenderà posto sopra al divano nella nostra casetta.
Scendiamo alla fermata della metropolitanta Trocadéro che si trova nel centro di quella che una volta era solo una collinetta chiamata Chaillot e che ospitava un piccolo villaggio dove Caterina de' Medici aveva deciso di farsi costruire una casa di campagna.
 Quando questo paesino venne inglobato nella città di Parigi quella vecchia casa nobiliare era diventata un convento che Napoleone non esitò ad abbattere per costruirci un palazzo destinato al figlio Napoleone II di Francia, solo che l'impero finì prima dei lavori e il progetto rimase abbandonato fino al 1878 quando venne costruito il Palazzo del Trocadéro per l'Esposizione Universale del 1889.

 L'edificio che vediamo oggi e che prende il nome di Palais de Chaillot è stato edificato sullo scheletro del precedente sempre per un'Esposizione Universale (questa volta del 1937) ed è costituito da due ali che misurano 195 metri ciascuna e sono decorate con frasi di Paul Valery; all'interno si trovano diversi musei e un teatro.

Passare di qui vi occuperà davvero poco tempo e vi assicuro che il gioco vale davvero la candela. Vi lascio quindi con il video che ho girato qui e qualche foto, giusto per farvi un'idea di quello che vi aspetta...
Buon fine settimana.


La Tour Eiffeldal Palais de Cahillot.
La Tour Eiffeldal Palais de Cahillot.
 La Tour Eiffeldal Palais de Cahillot.



 Il Palais de Chaillot ospita:
Musée Nationale des Monuments Francais;

14 commenti:

  1. Il cerchio rosso nell'aiuola del Palazzo non sembra decentrato rispetto agli altri due? XD
    Cerco di trovare le pecche francesi :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì... è decentrato di brutto! L'ho notato anche io che come dice sempre mia mamma, se avessi un elefante nell'armadio riuscirei a non vederlo ;)

      Elimina
  2. La Tour Effeil mi ha sempre affascinato moltissimo! Però non so proprio se riuscirei a salirci, dovranno sedarmi! :-(
    Io mi annoto tutto, eh, così appena visito Parigi ho già la mia guida turistica personale :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissimo il mondo da lassù! Poi ci sono tutte le reti... comunque puoi sempre fermarti al primo o al secondo piano ;)

      Elimina
  3. Natascia bella che interessante farsi portare in viaggio da te nella romantica Parigi, con questo palazzo che è davvero una piccola perla della città.
    Grazie come sempre , per gli itinerari,le foto e la tua presenza..
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, sei sempre così gentile ;) Un abbraccio!

      Elimina
  4. Che bello sentirti parlare di Parigi! A me fa sempre piacere :) Sarà che amo la capitale francese ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io la adoro... penso che non mi stancherò mai di andarci... ;)

      Elimina
  5. quando sono andato non facevano salire, c'era stata una fortissima nevicata. io adoro salire sulle torri. per dire, sul cupolone ci sono stato un sacco di volte ed in condizioni pazzesche

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io adoro le torri... vedere il mondo dall'alto toglie sempre il fiato! Il cupolone mi manca... mannaggia a me ;)

      Elimina
  6. E' quella una delle zone più affascinanti della capitale francese. La tour Eiffel è un simbolo e va oltre il gusto personale. La preferisco di sera, tutta illuminata, ancora più suggestiva. E tutta la zona intorno al Trocadero è molto bella.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente d'accordo con te... bhe di sera, vista da sotto, fa la sua figura anche se adesso che mi ci fai pensare non ci sono mai salita dopo il tramonto...

      Elimina
  7. Parigi è bella ma vista dall'altro della torre Eiffel è ancora più bella, la panoramica è stupenda.
    Immagino che belle foto.
    Buon lunedi Natascia
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amo guardare il mondo dall'alto, però anche la panoramica della Tour Eiffel è uno spettacolo! Buona settimana. A presto ;)

      Elimina

Rispondo a tutti i commenti perchè sono molto importanti... in fondo se scrivo è perchè voglio essere letta.
Grazie per essere passati di qua!